Lavorare su di sé è un aspetto fondamentale in un percorso di crescita personale ma può nascondere alcune insidie che possono far perdere tempo inutilmente.

Stai lavorando su di te per non fare altro? Ad esempio per non decidere, per non cambiare?

Quante volte hai visto persone che continuano a “lavorare su di sé” in eterno? Raccontacelo nei commenti.

4 Comments

  1. Ottima riflessione Massimo! Un’altro mostro simile è quello che viene chiamato bypass spirituale: cioè intraprendere un percorso spirituale quando cioè che servirebbe invece sarebbe un bel lavoro su di sé.
    Qualsiasi impulso al miglioramento è un’ottima cosa ma è bene procedere con ordine e fare attenzione alle insidie dell’Ego, perché più ci si sforza di evolvere più si fa cattivo…
    Un saluto a tutti!
    Manuel

  2. Mi sa che queste considerazioni mi riguardano. ..Però come insegna qualcuno, quando si è indecisi è meglio limitare i danni.

  3. Uuuuhhh…..si riflessione molto concisa. In effetti lavoro su di se e capacita´ decisionali rapide ed efficaci sono due cose diverse. A mio parere succede perche` con lavoro su di se in molti casi o si tratta di lavoro psicologico (passato, traumi, pensieri, ideologie, credenze ecc.) o solo lavoro fiscio (incompleto) o addirittura troppo spirituale esoterico. Trovare la via piu`rapida oppure non averne proprio bisogno e` l`arte di vivere secondo me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Invia il commento