Metamorphosis

Un percorso di trasformazione

La metamorfosi non è solo uno dei più stupefacenti processi che possiamo osservare nel mondo animale, ma è anche uno dei più antichi e multisfaccettati concetti della trasformazione profonda dell’individuo e della società, non a caso compare nei temi più importanti del mito e della letteratura.

La metamorfosi è la chiave, la risorsa estrema che la natura ci ha dato per uscire dalla difficoltà, dalla stasi, dal buio. Quando le nostre forze non bastano, se i nostri strumenti sono insufficienti, se la nostra forma non è adatta a proseguire ad evolverci allora possiamo cambiare forma, trasformarci.

Nel caso di certi esseri viventi la trasformazione della struttura corporea è totale, in altri cambiano solo certi aspetti, nel caso dell’essere umano la trasformazione è interiore, quasi esclusivamente interiore. Ma non per questo è un processo meno potente: la metamorfosi è un cambiamento reale e sentito al punto che dopo nulla è più come prima.

Nella vita di ogni persona si presentano dei momenti in cui la metamorfosi è necessaria. È un passaggio indispensabile per progredire e uscire da uno stato di malessere e di stasi.

Se non attuiamo la metamorfosi rimaniamo fermi nella nostra evoluzione o continuiamo a scontrarci sempre con lo stesso ostacolo, con nessun risultato se non quello di affaticarci e accumulare frustrazione.

Cosa è Metamorphosis?

Emozioni forti, ferite interiori, abbandoni, conflitti, traumi lasciano nelle persone delle cicatrici anche dopo che è avvenuta la guarigione psichica. Molte persone soffrono di dolori articolari e tensioni muscolari che non hanno una causa fisica ma derivano da un uno stato emotivo traumatico, forse anche del tutto risolto, ma che ha lasciato il segno. Altre persone si ritrovano a vivere stati di ansietà di cui non riescono ad identificare una causa.

Alcuni invece vivono tutti i giorni sensazioni sgradevoli, come ad esempio la rabbia per una situazione che non si risolve oppure paure latenti come l’insicurezza sul posto di lavoro o in una relazione di coppia, e anche in questi casi tutto ciò si ripercuote sul corpo o sullo stato d’animo.

Spesso tutto ciò dura a lungo, a volte mesi o addirittura anni.

Metamorphosis è il percorso di trasformazione pensato per chi vuole uscire da questa condizione.

Come funziona?

Il percorso Metamorphosis è sviluppato per le persone che intendono veramente attuare la trasformazione ed è concepito per non dare “compiti a casa” ma ottenere i risultati direttamente sul posto, guidato passo a passo dall’operatore.

Si struttura su tre elementi principali: il primo è il Movimento Arcaico, per il suo potente effetto nel mettere la persona in contatto con le sue risorse più profonde, il secondo è un tipo di massaggio che agisce sulla psiche e il terzo è l’approccio sistemico.

Le sessioni di Movimento Arcaico applicate in Metamorphosis non sono generiche, ma specificatamente indirizzate a contattare le risorse che servono in quel preciso momento per togliere gli ostacoli all’evoluzione delle emozioni più profonde.

Le sessioni di massaggio sono orientate ad azionare per via riflessa l’evoluzione profonda della persona, non è solo un massaggio per sciogliere le tensioni profonde e ridurre i dolori “psicosomatici” ma agisce in primis sulla psiche.

L’approccio sistemico viene svolto con gli Archetipi Motori per armonizzare il cambiamento che spesso viene ostruito da dinamiche inconsce della persona e del sistema a cui appartiene.

Inoltre con Metamorphosis si possono trasformare problemi come traumi alla nascita e si può facilitare il concepimento.

In sintesi il cliente è accompagnato passo a passo a riscoprire tutte le risorse di cui ha bisogno per uscire non solo dall’esperienza del cosiddetto dolore psicosomatico ma anche per uscire definitivamente dai comportamenti viziosi.

Chiara Bertogalli

“L’ansia stava condizionando pesantemente diversi aspetti della mia vita ormai da qualche anno. Sentivo di avere  energie a malapena sufficienti per il lavoro, così avevo escluso tutte le attività piacevoli. Stavo perdendo il contatto con le mie passioni, con gli affetti ed ero costantemente avvolta in pensieri cupi che cercavo di scacciare, con successi alterni. L’incontro con le tecniche proposte da Anna Lise ha cambiato completamente la prospettiva rispetto al mio modo di vivere: ho iniziato a riprendere contatto con il corpo e le sue risorse e gradualmente ho sentito risvegliarsi in me forze delle quali ero ignara. È ritornata la determinazione a inseguire le mie passioni e ho ricominciato a poco a poco ad allenarmi con una frequenza di nuovo intensa, nonostante prima credessi di non farcela.
Grazie al lavoro fatto insieme ad Anna Lise ho recuperato un’attitudine attiva: ora ho toccato con mano molte risorse dentro di me per gestire le mie energie. E la cosa più bella è che so di averne molte altre che ancora non conosco!”

 

Le domande più frequenti che mi fanno

È come la psicoterapia?

Il Percorso Metamorphosis è completamente diverso dalla psicoterapia per tre motivi fondamentali:

  1. Non è una terapia, non tratta la patologia sia questa fisica o psichica. Le persone che sono in una fase in cui necessitano di terapia sono invitate a farsi seguire da uno psicoterapeuta competente
  2. È un percorso basato sul movimento, sul contatto fisico e sulle percezioni sistemiche, mentre la psicoterapie più diffuse sono centrate sul dialogo
  3. È un percorso che si articola in poche sessioni, prevede che il cliente diventi pienamente autonomo nel minor numero possibile di incontri.

Metamorphosis non è assolutamente in contrasto con percorsi di psicoterapia, anzi si integra molto bene con questi ed altri metodi terapeutici.

Quanto dura il percorso

Si valuta da caso a caso ma solitamente cinque o sei sessioni sono l’ideale.

 

Dopo quanto tempo avverto i primi benefici

Già dopo la prima sessione si possono riscontrare i primi benefici.

 

Per chi è adatto

Metamorphosis è particolarmente indicato per superare momenti difficili, dissolvere cicatrici interiori, oltrepassare ostacoli che generano sofferenza e stasi nella vita. Chiunque abbia vissuto stati emotivi forti o eventi come divorzio, lutto, litigi in famiglia, sa che gli strascichi possono andare avanti per anni e sa che possono lasciare conseguenze fisiche. Tutte le persone che hanno deciso di voler interrompere la sofferenza possono iniziare questo percorso.

Ma non dimentichiamo che, anche se non sono eventi traumatici, le normali difficoltà nella vita di tutti i giorni, se sono frequenti e ripetute, possono agire sull’organismo in maniera molto deleteria generando problemi molto comuni come mal di testa, gastriti e coliti ma anche dolori articolari, mal di testa, irritabilità e sbalzi di umore.

Chi guida nel percorso?

Nel percorso sarai accompagnato passo a passo da Anna Lise Zaffino, co-ideatrice del Movimento degli Archetipi ed esperta di Movimento Arcaico.

Anna Lise negli anni ha approfondito tecniche di riflessologia del piede, della mano e della colonna vertebrale con vari Maestri come Giacinto Olivieri, Claudio Stecca, Omar Santinelli.

Si è formata nelle Costellazioni Familiari Spirituali in varie scuole e ha fondato l’Associazione Arti Sistemiche.

Giulia Carrozza

“Alcuni giorni dopo il nostro ultimo incontro ho avvertito come un interruttore che si è acceso con la consapevolezza che non posso più continuare in questo modo tanto che nelle ultime settimane mi si è palesato un progetto alternativo.

A queste cose ci ho pensato tante volte ma non è mai stato un pensiero così concreto come in questo momento.

Ora mi sento più solida, sento che è possibile fare quello che più desideri.”

 

Quando e dove

Gli incontri del percorso si tengono a Parma, Roma e Bologna secondo un piano concordato con il cliente.

Salva

Puoi richiedere informazioni compilando il seguente modulo

Nome e Cognome:

La tua email:

Il tuo messaggio: